.. .. guest post italia : Bollo auto: ecco tutte le informazioni utili xx
xx

Bollo auto: ecco tutte le informazioni utili

 
Chi possiede un’auto, oltre a dover obbligatoriamente stipulare una polizza RCA per la copertura assicurativa e di conseguenza pagare il premio assicurativo, deve far fronte ad un'altra spesa: Il bollo auto.

Vediamo cos’è e come si paga il bollo auto

Il bollo auto è un tributo regionale obbligatorio per tutti i possessori di auto e mezzi a due ruote.

Viene pagato annualmente, l’importo da versare viene calcolato in base ai kilowatt e l’impatto ambientale del veicolo.

Purtroppo il pagamento del bollo, non funziona come quello delle assicurazioni ed ha delle scadenze precise.

La scadenza del bollo può cadere: ad aprile, agosto o dicembre ed il pagamento dovrà essere effato entro un mese dalla scadenza, quindi: 31 maggio, 30 settembre e 31 gennaio.

Il bollo dei veicoli commerciali scade invece nei mesi di gennaio, maggio e settembre, anche in questo caso si dovrà pagare entro la fine del mese successivo.

È importante pagare il bollo entro la data di scadenza per evitare pesanti sanzioni nel caso in cui si venga fermati con il bollo scaduto. In caso di dimenticanza, è possibile pagare il bollo dopo la data di scadenza con l’aggiunta degli interessi di mora, che possono aggirarsi intorno al 30% in più dell’importo orinario.

Dove pagare il bollo

È possibile pagare il bollo auto, con diverse modalità ed in diversi luoghi.

In base a dove si decide di pagarlo saranno applicate delle piccole commissioni.
Ecco quali:

      Pagamento del bollo presso Delegazioni ACI: 1,87€
      Pagamento del bollo presso le agenzie di prateche auto: 1,87€
      Pagamento del bollo alla Posta: 1,50€
      Pagamento del bollo presso tabaccai convenzionati con banca ITB: 1,87€

      Pagamento del bollo presso Tabaccai aderenti al polo Lottomatica: 1,87€


Quando si può evitare di pagare il bollo


Come detto all’inizio il bollo è obbligatorio e non pagarlo porta a delle sanzioni. C’è da dire però che se l’amministrazione non provvede a contestare il mancato pagamento entro 3 anni, non abbiamo più l’obbligo di farci carico della sanzione amministrativa. 
xx
xx